L’olio

Olio extra vergine di oliva
Aristide e Ripalta

Costantemente alla ricerca della massima qualità, in base alla nostra filosofia aziendale siamo convinti che un olio non possa essere tutti gli anni uguale. Scegliamo il momento migliore per la raccolta delle nostre olive, affinché possano esprimere tutto il loro potenziale.

Monitoriamo attentamente l’intero ciclo produttivo degli olivi e pur non avendo per nostra scelta, una certificazione biologica, utilizziamo solo ed esclusivamente prodotti certificati in bio, essendo noi stessi i primi consumatori. Il nostro compito è quello di ottenere delle olive sane e prive di difetti, punto di partenza essenziale per un olio di eccellenza.

Nella convinzione che la trasformazione dell’oliva in olio sia un’arte che necessita di grande esperienza e soprattutto di tecnologie di molitura sempre al passo con i tempi, abbiamo scelto di avvalerci della professionalità del Frantoio Brizi Paolo di Orvieto, abilitato alla lavorazione di olive con certificazione di Denominazione di Origine Protetta.

Raccogliamo a metà ottobre, evitando le prime ore del giorno, quando gli alberi sono ancora ricoperti di rugiada, al fine di non favorire lo sviluppo di malattie del legno dell’olivo. La raccolta viene effettuata manualmente, con l’ausilio di abbacchiatori meccanici, evitando il più possibile danni alle drupe, che il giorno stesso vengo portate al frantoio, dove inizia immediatamente il processo di frangitura rigorosamente a temperatura controllata.

Siamo arrivati finalmente al risultato di un anno di duro lavoro, davanti al fuoco del camino, le fette di pane caldo attendono il prezioso “oro verde” per la prima attesissima valutazione. L’olio prodotto rimane in giacenza presso il frantoio in appositi contenitori di acciaio inox sino all’analisi organolettica e sensoriale da parte dell’ente certificatore che stabilirà se potremo procedere all’imbottigliamento con la certificazione DOP.